Coronavirus, il messaggio di Daniele Pulcini

gruppo pulcini
Siamo tutti consapevoli della gravità del momento dovuta all’emergenza sanitaria del Covid-19. Sarebbe facile in questo momento per chi, come il settore delle costruzioni, è stato pesantemente penalizzato, mettersi a criticare ed enumerare i numerosi errori commessi.
Oggi però dobbiamo desiderare di uscire al più presto da questo incubo e prepararci, non appena sarà possibile, ad un ritorno alla normalità. Una normalità, però, che dovrà fare lo straordinario in pochissimo tempo. Cercando anche di far tesoro della lezione.
Come costruttore anche nel settore sanitario, invito tutti a ricordare per il futuro che non è possibile smantellare o indebolire le strutture sanitarie del nostro Paese.
Il sistema salute italiano è sempre stato all’avanguardia per la sua copertura sociale e per l’eccellenza dei suoi operatori.
Non può una politica miope e poco lungimirante tentare risparmi su un settore vitale ed essenziale come quello della sanità pubblica. Perché poi le conseguenze che ci stanno travolgendo sono difficili da recuperare.
Per i cantieri in generale, poi, mi auguro che questa grossa sberla del Coronavirus ci insegni che non si possono perdere mesi ed anni in cavilli e procedure burocratiche e cervellotiche, impedendo alla macchina produttiva più trainante del nostro Paese, l’edilizia appunto, di dispiegare tutti i suoi effetti benefici su occupazione ed economia.
Permettetemi infine a nome del Gruppo Pulcini di ringraziare il lavoro inestimabile di medici e del personale sanitario  tutto nel fronteggiare questo tsunami da cui ci auguriamo di uscire presto.
Daniele Pulcini
Amministratore Delegato
Gruppo Pulcini